Via Molise, 24 – 20085 Locate di Triulzi (MI)

Come stare al fresco e in salute nei luoghi di lavoro

A quale temperatura non si può lavorare

 

Con l’arrivo ufficiale dell’estate nei luoghi di lavoro si ripresenta puntualmente il problema di gestire afa, umidità e temperature record. Una difficoltà che riguarda qualsiasi spazio professionale, ma che si fa particolarmente sentire nei grandi capannoni industriali, dove il calore emanato dagli impianti in funzione crea condizioni termiche spesso intollerabili. Il tutto si ripercuote sulla produttività, determinando sovraffaticamento dei lavoratori, deconcentrazione e ritmi inevitabilmente rallentati.

 

In questo articolo scopriremo come stare al fresco e in salute nei luoghi di lavoro, affrontando così l’emergenza caldo grazie specialmente al supporto di innovativi raffrescatori industriali, noti anche come raffrescatori evaporativi.

 

I possibili rischi dell’aria condizionata

 

Per poter fronteggiare la calura estiva molte aziende optano per l’uso di condizionatori. Questi apparecchi offrono senza dubbio sollievo, evitando la sudorazione eccessiva. Tuttavia, non risultano privi di rischi.

L’aria condizionata, infatti, se usata in modo scorretto e senza le dovute accortezze, può provocare diversi disturbi alla salute e al benessere, finendo così per incidere negativamente sui lavoratori.

 

Sbalzi di temperatura

 

Il problema principale legato all’aria condizionata sono gli sbalzi di temperatura che possono essere dannosi per l’organismo. Il brusco passaggio da temperature esterne elevate a temperature interne spesso troppo basse nuoce in particolar modo all’apparato respiratorio, determinando un abbassamento delle difese immunitarie.

Con quali conseguenze?

I lavoratori si ritrovano in preda ai classici sintomi da raffreddamento, come mal di gola, emicrania, dolori muscolari e articolari, bronchiti e in molti casi febbre. Non mancano inoltre fenomeni di congestione, un disturbo che colpisce l’apparato gastrointestinale con sintomi quali brividi, capogiri, crampi addominali, nausea, pallore, pesantezza allo stomaco, sudorazione fredda, stato confusionale e sensazione di svenimento.

 

Freddo eccessivo

 

Restare per molte ore in un ambiente con temperature basse può rendere più difficoltosa la concentrazione e rallentare i riflessi, riducendo sensibilmente il rendimento dei lavoratori, proprio come accade con il caldo eccessivo.

A sostenerlo è uno studio realizzato nel 2015 dalla Cornell University, dal titolo “Study Links Warm Offices to Fewer Typing Errors and Higher Productivity“.

La ricerca è stata condotta su 9 postazioni di lavoro di una compagnia assicurativa della Florida per 16 giorni. Ai dipendenti è stato chiesto di lavorare sia a 20 che a 25 gradi. Nel primo caso, i lavoratori hanno trascorso il 54% del tempo al computer con un margine di errore del 25%, mentre nel secondo caso il tempo trascorso al PC è risultato pari al 100% con un margine di errore del 10%.

Secondo gli esperti, i dati dimostrano come in presenza di temperature troppo rigide risulti più difficile concentrarsi.

 

Pericolo allergie

 

Un uso corretto dei condizionatori prevede una pulizia dei filtri piuttosto frequente. All’interno di essi si annidano infatti con una certa facilità smog, polveri, pollini, allergeni, muffe, batteri e microrganismi che possono dar luogo a vari fastidi, soprattutto nei soggetti con tendenze allergiche. Effettuare più manutenzione comporta ovviamente maggiori costi per l’azienda.

 

Perché scegliere i raffrescatori evaporativi

 

Come riuscire allora a stare al fresco e in salute nei luoghi di lavoro, senza correre il rischio di scatenare problematiche al benessere dell’organismo?

 

Le aziende che stanno valutando di migliorare i propri sistemi di climatizzazione o ne sono prive possono prevedere come ottima alternativa ai classici condizionatori dei raffrescatori evaporativi. Il principio su cui si basano questi apparecchi è il cosiddetto raffrescamento adiabatico industriale, che sfrutta il naturale processo dell’evaporazione dell’acqua senza bisogno di utilizzare alcun fluido frigorigeno e senza determinare scambi di calore con l’ambiente circostante.

 

I raffrescatori evaporativi garantiscono una serie di significativi vantaggi che li rendono una soluzione tecnologica sempre più adottata per rinfrescare edifici di grandi e medie dimensioni. I raffrescatori d’aria industriali:

 

  • Sono più convenienti da un punto di vista economico poiché prevedono costi di installazione e manutenzione inferiori rispetto ai condizionatori;
  • Sono più salutari degli impianti di condizionamento perché non soffiano getti d’aria gelata addosso alle persone presenti in un locale, ma producono aria rinfrescata a temperature non troppo dissimili a quelle esterne e compatibili con quelle del corpo umano;
  • Sono capaci di garantire un microclima gradevole, anche senza il bisogno di generare freddo;
  • Offrono il massimo comfort fisico;
  • Sono eco-sostenibili rispetto al classico condizionamento d’aria, sia sul fronte del risparmio energetico sia per l’assenza di sostanze inquinanti;
  • Abbinati ai ventilatori estrattori d’aria industriali, riescono anche a garantire il corretto ricambio d’aria, essenziale per rimuovere polveri e vapori derivanti dalle lavorazioni;
  • Sono estremamente versatili. Si adattano infatti ai contesti più svariati: dalle fabbriche ai magazzini, dalle palestre ai centri commerciali, dagli spazi espositivi ai luoghi aperti come giardini e terrazze.

 

Oltre a favorire la produttività creando un microclima ideale, il raffrescamento adiabatico industriale consente di adeguare gli ambienti lavorativi ai requisiti di salubrità richiesti dalla legge, evitando alle aziende di incorrere in spiacevoli sanzioni.

 

Dove trovare i raffrescatori industriali

 

Aircon è un’azienda di Locate Triulzi, in provincia di Milano, specializzata nella realizzazione, installazione e manutenzione di sistemi di riscaldamento e raffrescamento industriali. La nostra gamma di macchinari per il raffrescamento adiabatico industriale include:

 

  • Raffrescatori evaporativi fissi da tetto e da parete;
  • Raffrescatori evaporativi portatili, adatti per le imprese che hanno la necessità di spostare i macchinari di raffrescamento in spazi diversi.

 

Per avere tutte le informazioni di cui necessiti sui raffrescatori industriali, contattaci.

Saremo lieti di fornirti le soluzioni più innovative per rispondere alle tue specifiche esigenze aziendali.

ARTICOLI RECENTI

Riscaldamento industriale eco-friendly: zero emissioni nocive

Riscaldamento capannoni industriali: calore ed efficienza in inverno

Sistemi di riscaldamento per palestre: come fare a scegliere?

RISCALDAMENTO INDUSTRIALE

Natri radiandi a gas

Tubi radianti a gas

Piastre radianti elettriche

RAFFRESCAMENTO INDUSTRIALE

Raffrescatori evaportivi fissi

Raffrescatori evaportivi portatili

Ventilatori ed estrattori d’aria

CONDIZIONAMENTO INDUSTRIALE

CONTATTI